Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Troppi tagli al personale, peggiora la qualità dei servizi pubblici. La “Corte” fa i conti

I continui tagli al personale delle pubbliche amministrazioni stanno peggiorando la qualità dei servizi pubblici. Lo sottolinea la Corte dei Conti nella relazione 2012 sul costo del lavoro pubblico: “I reiterati tagli lineari agli organici – si legge nella relazione – obbligano le amministrazioni a una continua attività di revisione degli assetti organizzativi che impedisce il consolidamento di procedure, competenze e professionalità, con inevitabili, negativi riflessi sulla quantità e qualità dei servizi erogati”.

Responsabili di questo degrado sono ministri della Funzione pubblica come Renato Brunetta che ancora pochi mesi fa, in un intervento pubblicato sul Foglio, annunciava compiaciuto che “tra il 2008 e il 2014 i lavoratori della pubblica amministrazione diminuiranno di 300.000 unità” (con un taglio pari all'8%) per effetto delle manovre del 2010 e del 2011. La prima ha bloccato il turn over al 20% delle uscite, la seconda ha prorogato fino al 31 dicembre 2014 il blocco delle retribuzioni e le limitazioni alle assunzioni nelle amministrazioni dello stato, nelle agenzie fiscali e negli enti pubblici non economici.

La Corte ha comunque certificato ciò che ogni cittadino vive ogni giorno sulla propria pelle: basta prendere un treno per pendolari o chiedere un appuntamento per una visita in un ospedale pubblico.

  • yeoman75 |

    Non so: Brunetta si autocelebra perché è all’incirca l’unico modo che ha di ottenere complimenti sinceri, però tagliare cum grano salis i dipendenti pubblici non mi sembra un’idea così sbagliata. Sono un esercito di oltre tre milioni di lavoratori, che servano proprio tutti qualche dubbio ce l’ho.
    Serve spostare il problema dal generico taglio alla chirurgia, andando ad isolare enti/uffici/dipendenti improduttivi e stabilendo dei criteri di misura dei risultati. Molto difficile in Italia, allergica alle classifiche (ad esclusione del calcio).

  Post Precedente
Post Successivo