Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Investimenti esteri in Europa: Francia superstar, l’Italia attrae solo spiccioli

Nel 2012, gli investimenti esteri diretti arrivati nell’Eurozona sono stati pari a 193 miliardi di euro. Al di là dei capitali entrati in Lussemburgo, dove fa premio il trattamento fiscale e normativo favorevole, la parte del leone l'hanno fatta la Francia (dove sono entrati 22,7 miliardi di euro), il Belgio (18 miliardi), la Spagna e la Germania (10 miliardi a testa).

L'Italia resta invece uno dei paesi meno appetibili dell'Eurozona: Nel Belpaese è infatti arrivato appena un miliardo. Sono i numeri che emergono dalle statistiche diffuse oggi da Eurostat.

Dall'Italia sono invece partiti verso paesi extra-Ue 12 miliardi di investimenti, un dato in linea con quello tedesco. Più alti gli investimenti francesi (20 miliardi) mentre fa peggio la Spagna, che ha disinvestito per quasi 6 miliardi.