Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Nel 2030 oltre 65 milioni di malati di Alzheimer. Non scordiamoci di loro

Nel 2030 i malati di Alzheimer in Europa saranno oltre 65 milioni (e nei vent’anni successivi sono destinati a salire fino a 115 milioni) e comporteranno un costo sociale elevatissimo, ben maggiore di quello – già salatissimo – pagato oggi: oltre 100 miliardi di euro all’anno.

Eppure sono molti gli Stati, fra questi non poteva naturalmente mancare l’Italia, a non avere ancora un piano strategico nazionale per la gestione di questi pazienti affetti da malattie neurodegenerative.

Proprio oggi Papa Francesco ha invocato una forte attenzione all’assistenza ai malati di Alzheimer e al sostegno alla famiglie dei pazienti. “È importante il supporto di aiuti e di servizi adeguati, volti al rispetto della dignità, dell’identità, dei bisogni della persona assistita, ma anche di coloro che la assistono, familiari e operatori professionali”, ha detto il Papa, aggiungendo che insieme alle cure sono necessari spazi di “dignità e di libertà” per evitare “chiusure e silenzi”. Per queste patologie, ha concluso Bergoglio “la famiglia, resta il luogo privilegiato di accoglienza e di vicinanza”. Ben detto. A patto, però, che non sia lasciata – anche economicamente – a combattere da sola.

  • luca |

    Si parla molto ma intanto le ASL romane riducono la fornitura di pannoloni a 2 al giorno (dai 3 precedentemente forniti, gia insufficienti). I malati in certe aree sono abbandonati e le spese enormi obbligatoriamente sostenute per le badanti non sono detraibili.

  Post Precedente
Post Successivo