Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Lavoro ex interinale in aumento. Un segnale (forse) di risveglio del mondo del lavoro

Nel terzo trimestre del 2013 la media mensile dei lavoratori in somministrazione (ex interinali) è stata di 28mila unità (+8,7% sul trimestre precedente, +4,7% rispetto allo stesso periodo del 2012) e la somma delle ore lavorate ha registrato un incremento del 2% rispetto al trimestre terminato a giugno e del 7,5% rispetto alla stessa frazione dell’anno precedente. I dati complessivi non segnalano ancora il pieno recupero dei livelli “pre-crisi”, ma indicano il consolidamento di una tendenza positiva in corso da diversi mesi. “Dai dati del nostro settore sembra emergere, più nettamente che in passato, un’Italia a due velocità, in cui accanto a chi è ancora fermo, c’è anche chi è tornato a crescere”, ha affermato Luigi Brugnaro, presidente dell’Associazione nazionale delle agenzie per il lavoro (Assolavoro). Quelle agenzie, iscritte in un apposito Albo tenuto presso il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, che sono, appunto, autorizzate a “somministrare” manodopera alle imprese che lo richiedono. Nel 2012 i lavoratori in somministrazione sono stati 470mila.

I dati forniti dall’associazione – che raggruppa un’ottantina di agenzie con oltre 2.500 filiali presenti sul territorio nazionale – sono importanti anche perché, come ha dichiarato lo stesso Brugnaro, i segnali positivi provenienti da questo settore sono stati in passato “anticipatori di un andamento migliore dell’occupazione in generale”. Staremo a vedere. Così come staremo a vedere quali risultati arriveranno dalla Youth Guarantee: se riuscirà, come promette, a premiare chi offre concretamente occasioni di lavoro, sarà una chance reale non solo per i giovani ma per la competitività del sistema Paese nel suo complesso.