Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Quegli ospedali fra esigenze di spending review e diritti dei cittadini

La spending review è fondamentale in ogni settore, a maggior ragione in quello sanitario che assorbe gran parte della spesa di una regione. A far le… spese di questa review sono purtroppo, quasi sempre, le strutture più piccole e decentrate che subiscono loro malgrado la riduzione di alcuni dei servizi erogati.

Cuggiono è, evidentemente, una di queste strutture. Alfine di conseguire una riduzione dei costi e dunque un aumento dei risparmi, la Direzione Sanitaria sembra stia prospettando per il reparto interdivisionale chirurgico la possibilità di una degenza breve con la conseguente chiusura del reparto durante il fine settimana. Questi “rumors” hanno spinto il Forum Sanità Cuggiono – un organismo costituito da cittadini facenti parte delle numerose associazioni del Paese, ma, assicurano gli organizzatori, “aperto a chiunque al di là delle appartenenze e dei ruoli” (forumsanitacuggiono@gmail.com) – a chiedere spiegazioni e dati certi all’Ospedale e a lanciare una petizione “sul mantenimento dell’apertura nei fine settimana dei reparti chirurgici dell’ospedale di Cuggiono”. Una petizione sottoscritta, a quanto si legge in un comunicato diffuso dallo stesso Forum, “da più di tremila cittadini”.

Dalla Direzione Sanitaria non sarebbero arrivate né spiegazioni né dati. Dall’Ufficio legale della struttura sarebbe anzi partita – almeno secondo quanto riferisce uno dei componenti di Forum Sanità – una richiesta di risarcimento di 20mila euro, “per danni all’immagine dell’ospedale”, da pagare entro fine giugno.
“Un’inaccettabile intimidazione nei toni e nei contenuti” secondo i cittadini rappresentati dal Forum che – assicurano – continueranno comunque a “cercare il dialogo” sui temi riguardanti la valorizzazione dell’Ospedale. Un ospedale che negli ultimi anni ha visto diminuire la sua importanza sul territorio e non certo per demeriti professionali. Secondo dati rilevati dalla Asl – e riportati in un articolo pubblicato sul numero 24 del periodico La città possibile – “più del 50% dei residenti nel territorio che necessitano di ricovero ospedaliero debbono rivolgersi a strutture ubicate fuori dalla nostra Asl”.

“Conoscere per deliberare”, ripeteva spesso Luigi Einaudi. Un monito, quello del secondo Presidente della Repubblica, nonché economista, accademico e giornalista, che andrebbe accolto sempre e in ogni situazione. Solo dalla conoscenza e dal confronto civile possono, infatti, arrivare delle deliberazioni giuste e condivise.

L’augurio di chi scrive è che dalla Direzione Sanitaria dell’ospedale cuggionese prevalga la voglia di confrontarsi con i cittadini – certamente in modo civile – più che di chiudersi nei propri uffici ed avanzare insopportabili richieste di risarcimento.