Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Il deficit scende (ma resta ben al di sopra della media Ue), il debito resta stellare

Eurostat ha “certificato” i dati chiave sui conti pubblici 2016 dell’Italia: il deficit di bilancio (pari a 40,8 miliardi di euro) è calato dal 2,7 al 2,4% del Pil, rimanendo ben al di sopra della media della zona euro (1,5%, in calo dal 2,1% del 2015). Il debito pubblico è invece salito al 132,6% del Pil dal 132,1, mentre nell’Eurozona è sceso all’89,2 dal 90,3%, attestandosi a 166, 1 miliardi di euro. I dati sono contenuti nella prima notifica riassuntiva elaborata dall’Istituto di statistica comunitario, partendo dai dati riferiti dalle varie autorità nazionali, a consuntivo dei bilanci di tutti i Paesi dell’Unione europea.
A preoccupare è sopratutto il livello del debito, una “montagna” che ha già superato quota 2.200 miliardi e che continua purtroppo a salire anno dopo anno (nonostante il pressing costante di Bruxelles). La verità è che a tutt’oggi manca una seria ricetta per ridurlo lasciando così il Paese, inevitabilmente, in balìa dei sussulti della geopolitica.